Piccoli Finanziamenti

Piccoli Finanziamenti
I piccoli finanziamenti sono soluzioni ideali per esigenze ordinarie, dall’importo basso, sebbene siano disponibili spesso anche cifre considerevoli. Al crescere della somma richiesta, crescono le garanzie richieste.

I piccoli finanziamenti sono prestiti non finalizzati all’acquisto di beni e servizi, pertanto rientrano nella categoria dei finanziamenti personali. Da ciò ne consegue che coloro che ne facciano richiesta, non saranno tenuti a motivarne l’impiego.

Trattasi, come suggerisce la stessa denominazione, di credito di importo contenuto; in genere, si parte da qualche migliaio di euro, ma si può arrivare a cifre molto alte, fino a 40-50 mila euro, che difficilmente potrebbero essere inquadrate come piccoli finanziamenti.

Essi si sono molto diffusi negli ultimi anni, seguendo la scia del boom del credito al consumo, in quanto spesso servono a finanziare acquisti ordinari, sebbene non ne siano vincolati.
Grazie alla diffusione di internet, i piccoli finanziamenti hanno ottenuto un forte riscontro, essendo spesso offerti online, dove possono garantire condizioni più vantaggiose ai clienti.

Infatti, una delle loro caratteristiche sta nel fatto che, essendo bassi gli importi, su di loro gravano in misura percentuale maggiore alcuni costi fissi, come spese di istruttoria, di assicurazione, invio rata, etc.
Per questo, i piccoli finanziamenti sono caratterizzati da un TAEG anche molto più alto del TAN, essendo solo il primo comprensivo di tutti i costi effettivi, oltre al tasso di interesse.

Come detto sopra, è possibile, nella realtà, richiedere cifre molto alte, ma è evidente che al crescere delle somme richieste, sarà necessario offrire maggiori garanzie.

La fase istruttoria si caratterizza normalmente per essere celere e l’accredito può avvenire anche entro una settimana dalla richiesta formale.
Il lavoratore dipendente deve presentare l’ultima busta paga, mentre il lavoro autonomo o libero professionista il modello unico e il pensionato il cedolino pensione.

Possibile, per cifre ben più sostanziose, la richiesta di garanzie reali (su immobili) o la doppia firma.
Il prestito dovrà essere restituito in rate costante mensili, a tasso fisso, tramite RID bancario o versamenti con bollettino.