Piccoli Prestiti Inpdap

Piccoli Prestiti Inpdap
I piccoli prestiti Inpdap sono finanziamenti di basso importo, che vengono erogati ai dipendenti pubblici, con limiti, che dipendono dalla durata del rimborso, sulla base delle retribuzioni nette mensili.

I piccoli prestiti Inpdap sono finanziamenti di basso importo, che possono essere richiesti dai dipendenti pubblici iscritti alla cassa previdenziale dell’istituto, utili al soddisfacimento di esigenze ordinarie, di tipo familiare, personale, etc.
Essendo prestiti non finalizzati, non sarà necessario documentare le ragioni di una loro richiesta, cioè l’uso che si intende fare della somma presa a prestito.

Possono farne richiesta anche i pensionati Inpdap, ossia coloro che ricevono una pensione dal suddetto istituto.
I piccoli prestiti Inpdap non prevedono tassi differenti, a seconda della durata del rimborso, ma semmai variano i limiti di finanziamento massimo erogabile. Infatti, essi possono essere rimborsati in 12 rate mensili, oppure in 24, 36 e 48 rate, sempre mensili e l’importo massimo per ciascuna durata dipende dal livello di retribuzione del richiedente.

Così, chi si impegna a restituire il prestito in 12 rate mensili, il prestito massimo erogabile sarà uguale a due mensilità nette; nel caso di rimborsi in 24 rate mensili, il limite sale a 4 mensilità nette mensili; per i prestiti di 36 mesi, fino a sei mensilità nette e fino a otto mensilità nette per quelli di durata di 48 mesi.

Tali importi verranno trattenuti direttamente dalla busta paga del dipendente. Per cifre fino a 4.648,11 euro, l’accredito può avvenire o tramite invio di un assegno non trasferibile al domicilio del richiedente, o su conto corrente. Per cifre superiori, invece, bisognerà recarsi in banca o avere un conto corrente per l’accredito.

In caso di morte del debitore, l’Inpdap non procederà a riscuotere il debito residuo, mentre nel caso di trasferimento del dipendente verso nuovo ufficio, sarà cura del vecchio di trasmettere a questo i dati necessari per provvedere a trattenere le ritenute dalla busta paga.

E’ possibile trasmettere la richiesta all’Inpdap, scaricando il modulo online, per procedere all’ottenimento di un piccolo prestito.